Una LIM Open Source

La LIM: Cos’è e come funziona
Una LIM (acronimo di Lavagna Interattiva Multimediale) è in pratica un comune Personal Computer con un monitor Touch Screen delle dimensioni di una comune lavagna d’ardesia.
La superficie di questa lavagna è resa Touch in vari modi (a seconda della tecnologia costruttiva utilizzata) fra i quali elettromagnetico o a rilevamento della posizione (fibre ottiche o infrarossi).
Sempre in base alla tecnologia con la quale la superficie è resa Touch si posso usare delle apposite penne o il tocco delle dita per simulare il movimento del mouse e i vari click.
L’immagine in uscita dal Personal Computer può essere proiettata sulla superficie tramite un videoproiettore sia frontalmente che in retroproiezione oppure la lavagna può essere realizzata direttamente con un grande monitor Touch Screen.
In commercio ce ne sono di vari modelli di varie marche e nelle foto sottostanti ce ne sono alcune (le prime due sono a proiezione frontale, mentre la terza è con il monitor Touch Screen).

Solitamente il sistema operativo nei modelli commerciali è Microsoft Windows ed ogni costruttore le dota inoltre di un proprio pacchetto di software per la gestione dei contenuti.
Essendo di fatto dei Personal Computer le LIM possono essere dotate di tutti gli accessori comunemente in commercio quali Webcam, Microfono, Diffusori Audio e connessione ad internet.

E’ anche possibile realizzare una LIM OpenSource

Tutto ebbe inizio quando nel 1998 quando Jonny Lee http://johnnylee.net/ ebbe l’intuizione di utilizzare il Wiimote della Nintendo Wii in modo “improprio”.

Il Wiimote, oltre ad avere vari pulsanti e sensori, nella parte frontale è dotato di una videocamera agli infrarossi (normalmente la Wii “vede” tramite questa telecamera i LED agli Infrarossi inseriti nella barra posta sopra o sotto alla TV e triangolandone la posizione calcola a che distanza e in che posizione si trova il Wiimote e di conseguenza chi lo stà utilizzando) e di una connessione Bluetooth.
Jonny ha sviluppato una applicazione che permette, posizionando il Wiimote in un punto fisso e stabilita una connessione Bluetooth con un Personal Computer, di rilevare la posizione di uno o più punti luminosi (generati da dei LED agli Infrarossi) e di simulare così il movimento del mouse su Computer.
Uno schema del funzionamento del sistema è il seguente:

 

Avendo distribuito il codice sorgente ti tale applicazione sono nati vari software (sia freeware che a pagamento), multipiattaforma e ricchi di funzioni.
Come molte sono le guide e i progetti che trattano l’argomento ed alcuni di questi sono:

Wiildos e SoDiLinux sono distribuzioni derivate da Ubuntu  dedicate alla realizzazione di una LIM, e contengono oltre ai software per la gestione delle LIM, molti software per la didattica e l’apprendimento.

______________________________________________

MATERIALE OCCORRENTE
Indipendentemente dal sistema operativo scelto, per realizzare la nostra LIM sarà necessario:

  • un PC (soprattutto nel caso in cui si utilizzerà come sistema operativo Linux si potrà optare per una macchina di recupero non particolarmente potente)
  • una Penna LED agli Infrarossi (si potrà acquistarne una già pronta o realizzarla da soli)
  • un Adattatore Bluetooth (se nel PC non è già di serie)
  • naturalmente un Nintendo WiiMOTE (anche non originale, però con alcuni di concorrenza ho avuto delle difficoltà ad usarli con Linux)
  • un Videoproiettore (per fare delle prove si può utilizzare direttamente il monitor del proprio PC, stando attenti a non graffiarlo con la punta del LED)
  • una Lavagna Bianca per i pennarelli cancellabili (i teli da proiezione non danno buoni risultati)

______________________________________________

COME POSIZIONARE IL WIIMOTE
La videocamera agli infrarossi del WiiMOTE deve poter “vedere” costantemente l’area su cui verrà proiettata la luce del LED agli Infrarossi, quindi nel posizionare il WiiMOTE dovremo fare in modo che l’utilizzatore non si interponga fra i due. La posizione ideale è in alto, sopra la testa dell’utilizzatore (le varie guide sconsigliano di inclinarlo più di 30° rispetto all’asse dello schermo) ed ad una distanza di circa 1,5 volte la larghezza della superficie utilizzata per la proiezione dell’immagine. Solitamente il WiiMOTE si posiziona accanto al videoproiettore, che a sua volta è posizionato sul soffitto con una staffa.

______________________________________________

IL SOFTWARE PER IL CONTROLLO
Se come sistema operativo utilizzate Microsoft Windows andate al seguente link

Se come sistema operativo utilizzate Linux Ubuntu andate al seguente link